Menu di scelta rapida

News

Gaddus alla Guerra Grande

01.09.2017 - Gaddus alla Guerra Grande | spettacolo

In attesa del festival, nell’ambito del progetto “Riprendo la Storia: l’Italia alla Grande Guerra” (www.riprendolastoria.it), scrittorincittà in collaborazione con l’Istituto di Studi Storici Gaetano Salvemini propone un monologo a cura della Compagnia Marco Gobetti liberamente ispirato a Giornale di guerra e di prigionia di Carlo Emilio Gadda

GADDUS ALLA GUERRA GRANDE

Lunedì 2 ottobre, ore 21 | Sala San Giovanni (via Roma, 4)

Un monologo per un attore e un mimo a cura della Compagnia Marco Gobetti da una drammaturgia liberamente ispirata a Giornale di guerra e di prigionia di Carlo Emilio Gadda.

Gadda fu sottotenente degli Alpini durante la Prima Guerra Mondiale: Giornale di guerra e di prigionia, il diario che egli tenne fra il 24 agosto 1915 e il 31 dicembre 1919, racconta la sua vita di soldato, prima al fronte e poi prigioniero degli Austriaci. È un documento straordinario, nel quale Gadda scrive del suo affrontare il combattimento, la morte, la fame, il dolore, l'amore, la vita insieme alle tante altre "coserelle interessanti" che lo circondano, dimostrando coraggio, lucidità, sensibilità e intelligenza stupefacenti.

Con una lingua in cui già traspare la potenza evocativa delle sue opere future, Gadda restituisce, un attimo dopo l'altro, insieme alla propria, la storia dell'Italia di quegli anni. Lo spettacolo Gaddus alla Guerra Grande evoca un'immagine della partecipazione Italiana alla Prima Guerra Mondiale tesa a procurare una conoscenza attiva, cui si giunga tramite la curiosità e lo stupore; uno spettacolo “popolare alto” – dedicato in particolare agli studenti delle scuole secondarie superiori, ma concepito per ogni genere di pubblico – che cala il racconto di Gadda in una vicenda vissuta da un giovane studente alle prese con la prima prova scritta dell’esame di maturità. È proprio dall’incontro fra i due protagonisti, il giovane immaginario studente di fine ‘900 e il giovane vero soldato di inizio ‘900, che la Grande Guerra diventa anche il tramite per riflettere sui meccanismi di ogni guerra del presente.

L’iniziativa, rientra nel programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della prima Guerra mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri-Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale.

Modalità di partecipazione: ingresso gratuito. Per essere certo di poter accedere allo spettacolo, prenota il tuo posto iscrivendoti all'evento, clicca qui! Il biglietto che riceverai via mail registrandoti ti garantirà l'accesso alla sala (consentito fino ad esaurimento posti) fino a cinque minuti prima dell'inizio dello spettacolo, quindi entro le ore 20.55. Dopo tale orario, i posti che risulteranno non utilizzati saranno messi nuovamente a disposizione del pubblico che si presenterà in sede senza aver prenotato.

Per informazioni: 0171.444822 | info(at)scrittorincitta.it 

logo Comune di Cuneo logo Provincia logo Regione