Menu di scelta rapida

Dettaglio

Collina Alessandro

Alessandro Collina

Chi è

Alessandro Collina inizia lo studio del piano sotto la guida dello zio, Maestro Ubaldo Giardini; dopo prosegue sotto la guida del Maestro Gianmaria Bonino e consegue il diploma di pianoforte classico presso il conservatorio di La Spezia. In seguito frequenta diversi stages sull'improvvisazione e decide d'iscriversi alla classe di piano jazz a Nizza in Francia. Consegue il diploma ma nel frattempo inizia a suonare in diverse formazioni, tra le quali la Conte Bigband diretta da Giampaolo Casati e dal 2003 fa parte del quartetto di Luca Begonia, formazione italo-francese. Collabora poi con diversi artisti quali: Gianni Basso, Emanuele Cisi, Claudio Capurro, David Amar. Nel 2006, 2007 e 2008 fa parte del quartetto che accompagna Paul Jeffrey in Europa, nel 2009 la band registra il cd We see Monk tribute ( Imago records), nel 2009 inizia a collaborare con Andy Gravish e Mike Campagna ,creando il progetto 5 AM, con disco in uscita nel 2011, distribuito da Anticraft. Sempre nel 2009 viene invitato dai fratelli Luis e Philippe Petrucciani a suonare con loro nel decennale della scomparsa di Michel Petrucciani, un tour molto lungo con tante tappe nei migliori festival italiani. A partire dal 2010 il trio di Ale Collina inizia una serie di concerti con Fabrizio Bosso in Francia e Italia.Dopo anni di intensa collaborazione sulla scena internazionale Alessandro Collina, Marc Peillon e Rodolfo Cervetto hanno deciso di rendere omaggio alle musiche di Michel Petrucciani. Un progetto fortemente condiviso che nasce per esaltare la sensibilità melodica del compositore, troppo spesso in secondo piano rispetto ai virtuosismi tecnici e alle sue vicende biografiche. I tre musicisti hanno identificato nella tromba di Fabrizio Bosso, con il quale collaborano da alcuni anni, la voce ideale per interpretare e valorizzare la straordinaria bellezza di queste composizioni. Il suono caldo, ricco di pathos e mai scontato di Fabrizio unito ad una tecnica e capacità improvvisativa di rara bellezza si uniscono perfettamente con il sound del trio. All’interno del disco oltre ai brani di Makous, sono stati inseriti anche due tra gli standard più amati dal compositore francese. http://www.alessandrocollina.it/

Ultimi titoli

Appuntamenti

logo Comune di Cuneo logo Provincia logo Regione