Menu di scelta rapida

Dettaglio

Mauro  Ezio

Ezio Mauro

Chi è

Ezio Mauro è nato a Dronero nel 1948. Nel 1972 inizia la sua carriera presso La Gazzetta del popolo di Torino,occupandosi soprattutto del terrorismo nero degli anni di piombo. Proprio a causa dei suoi articoli sul terrorismo viene pedinato a lungo dal brigatista rosso Patrizio Peci. Nel 1981 passa a La Stampa di cui è inviato speciale e responsabile della politica interna. Dal 1988 entra a far parte della redazione giornalistica de La Repubblica ed è inviato come corrispondente della città di Mosca. Per tre anni racconta alle pagine del quotidiano di Scalfari le trasformazioni dell'Unione Sovietica che esce dalla Perestrojka. Nel 1990 ritorna tra i redattori de La Stampa di Torino, e viene nominato direttore nel 1992. Il 6 maggio 1996 sostituisce il fondatore Eugenio Scalfari alla guida della Repubblica. È considerato una fra le personalità più critiche verso Silvio Berlusconi e i suoi governi. Dal 15 gennaio 2016 è stato sostituito da Mario Calabresi alla direzione della Repubblica.Durante la sua carriera ha ottenuto due importanti riconoscimenti: il Premio Ischia Internazionale di Giornalismo nel 1994 (dedicato ai giornalisti che si distinguono per il rispetto della deontologia e la professionalità), e nel 1997 il Premio Internazionale Alfio Russo. Nel 2011 ha pubblicato, edito da Laterza, il libro intitolato La felicità della democrazia. Un dialogo, insieme a Gustavo Zagrebelsky.

Ultimi titoli

Aldo Moro. Cronache di un sequestro (la Repubblica, 2018)
L'uomo bianco (Feltrinelli, 2018)
L'anno del ferro e del fuoco: Cronache di una rivoluzione (Feltrinelli, 2017)
Babel, con Zygmunt Bauman (Edizioni Laterza, 2016)
La felicità della democrazia. Un dialogo, con Gustavo Zagrebelsky (Edizioni Laterza, 2012)

Appuntamenti

logo Comune di Cuneo logo Provincia logo Regione