Menu di scelta rapida

Dettaglio

Daverio Philippe

Philippe Daverio

Chi è

Nato nel 1949 a Mulhouse, in Alsazia, Philippe Daverio è uno storico dell'arte, docente e saggista italiano con cittadinanza francese. Giunge in Italia per motivi di studi e frequenta il corso di Laurea in Economia e Commercio della Bocconi di Milano, dove hanno inizio le sue attività legate all’arte. Proprio a Milano, nel 1975, inaugura per la prima volta una  galleria d’arte: la Galleria Philippe Daverio in via Montenapoleone n. 6, dedicata all’arte italiana del XX secolo. Ne seguono una a New York e una seconda a Milano, con uno spazio dedicato all’arte contemporanea. Sempre a Milano, si è occupato della ricostruzione del Padiglione d'Arte Contemporanea, dell’edificio costituente il Palazzo Reale e del suo adattamento a Museo d’Arte Contemporanea e del restauro del Teatro alla Scala. È inoltre stato fra i promotori delle fondazioni come strumento di autonomia e di osmosi tra pubblico e privato nelle istituzioni culturali. Ha poi promosso alcuni lavori pubblici significativi, tra cui il completamento del Piccolo Teatro e del Teatro dell'Arte in Triennale. Nel 1995 ha realizzato un insieme di spettacoli in collaborazione con i principali teatri europei, Festival dei teatri d’Europa. Nel 1996, ha partecipato al nuovo progetto di piazza San Babila con la fontana di Luigi Caccia Dominioni, nell’ambito di un programma di interventi volto a riqualificare gli spazi irrisolti nel centro storico di Milano. Dal 1981 - data in cui fonda la casa editrice Edizioni Philippe Daverio - ad oggi ha pubblicato una cinquantina di titoli, tra pubblicazioni scientifiche e divulgative ed inoltre dirige la rivista Art e Dossier. Dal 1999 lavora anche sul piccolo schermo, all’interno di spazi dedicati all’arte, alla cultura e alla salvaguardia del patrimonio artistico; è autore e conduttore TV di Passepartout, Emporio Daverio e Il Capitale. Inoltre, il professor Daverio collabora come commentatore con diverse testate, quali Corriere della Sera, Il Sole 24Ore, Avvenire, Giornale dell'Arte, National Geographic, Touring Club, Vogue, L'Architetto, e QN Quotidiano Nazionale. È docente presso atenei e istituti (tra cui IULM e Politecnico di Milano) di diverse città e dal 2006 è professore ordinario di Disegno Industriale presso l'Università degli Studi di Palermo. Ha ricevuto il Cavalierato delle Arti e delle Lettere e la Medaglia d’Oro di benemerenza del Ministro per i Beni Culturali nel 2013 (anno in cui ha anche ricevuto la Légion d’Honneur dal Presidente della Repubblica Francese). Dal 2014 è Direttore Artistico del Grande Museo del Duomo di Milano e dal 2015 è Membro del Comitato scientifico della Pinacoteca di Brera e BIblioteca nazionale Braidense.

Ultimi titoli

Quattro conversazioni sull’Europa (Rizzoli, 2019)
Grand Tour d’Italia a piccoli passi. Oltre 80 luoghi e itinerari da scoprire (Rizzoli, 2018)
Patrizia Comand. La nave dei folli (Franco Maria Ricci, 2017)
Ho finalmente capito l’Italia. Piccolo trattato ad uso degli stranieri (e degli Italiani) (Rizzoli, 2017)
A pranzo con l’arte (Rizzoli, 2017)
Le stanze dell’armonia. Nei musei in cui l’Europa era già unita (Rizzoli, 2016)
La buona strada. 150 passeggiate d’autore a Milano, Lombardia e dintorni (Rizzoli, 2016)
Il gioco della pittura. Storie, intrecci e invenzioni (Rizzoli, 2015)
La buona strada. 127 passeggiate d’autore a Milano, Lombardia e dintorni (Rizzoli, 2015)
In lieto convivio. Prodotti, produttori, territori, comunità (Ecra, 2015)
Arte in tavola (Rizzoli, 2015)
Il secolo spezzato delle avanguardie. Il museo immaginato (Rizzoli, 2014)
Pensare l’arte (AlboVersorio 2013)
Guardar lontano veder vicino. Esercizi di curiosità e storie dell’arte (Rizzoli, 2013)
Il secolo lungo della modernità. Il museo immaginato (Rizzoli, 2012)
Il museo immaginato (Rizzoli, 2011)

Appuntamenti

logo Comune di Cuneo logo Provincia logo Regione