Menu di scelta rapida

Dettaglio

Palandri Enrico

Enrico Palandri

Chi è

Nato a Venezia nel 1956, è cresciuto a Roma (fino al 1970) a Trento (fino al 1974) a Venezia (1975) seguendo gli spostamenti del padre, ufficiale di carriera della Guardia di Finanza. Ha poi vissuto nel 1988 a Milano, partecipando alla redazione dei primi numeri di Panta e collaborando a Radio Popolare, e nel 2001-2 a Venezia. Vive oggi a Londra dove è Writer in Residence a University College e dirige il Centre for Italian Studies. Ha frequentato il Dams di Bologna (1975-1979), dove studia tra gli altri con Celati, Scabia, Eco, Giuliani. Nel 1977 partecipa al Movimento e pubblica interventi su A/traverso e sul Male, cura un irregolare programma di poesia a Radio Alice e cura insieme a Claudio Piersanti, Maurizio Torrealta e Carlo Rovelli Fatti nostri, un volume che raccoglie le telefonate a Radio Alice nei giorni più caldi degli scontri tra studenti e polizia. Dopo la laurea in Drammaturgia si sposta a Roma, per un anno, dove condivide un appartamento insieme a Riccardo Tognazzi; in quell’anno frequenta soprattutto Elsa Morante, con Gianni Celati l’influenza più importante nella sua formazione.
Dal 1980 si è trasferito a Londra dove ha lavorato nell’università, come consulente editoriale, nell’opera lirica e per diversi giornali (soprattutto per Il Mattino, L’indipendente, Esquire, Diario della settimana, l’Unità, per i programmi culturali di Rai3 e per la BBC).
Dal 1979 ha pubblicato numerosi romanzi e raccolte di racconti, tra cui si ricordano Boccalone, considerato dalla critica uno dei libri che hanno aperto la stagione letteraria dei nuovi autori negli anni ottanta. Per il cinema ha scritto con Marco Bellocchio Diavolo in corpo.

Ultimi titoli

Verso l'infinito (Bompiani, 2019)
L'inventore di se stesso (Bompiani, 2017)
Boccalone (Bompiani, 2017)
Primo Levi (Le Monnier, 2011)

Appuntamenti

logo Comune di Cuneo logo Provincia logo Regione